SENZA PAROLE

I bambini sono molto sensibili ai temi ambientali e abbiamo scelto di approfondire gli argomenti affrontati utilizzando il linguaggio del cartone animato, un linguaggio strategico per affrontare tematiche così importanti senza caricarli di ansie per problemi che non sono in grado di risolvere. “Senza parole” , una sfida per far comprendere a grandi e piccini l’inquinamento, il degrado, i cambiamenti climatici, ecc…solo con le immagini in movimento, non c’è una storia, un racconto.. “Senza parole” perché quello che vediamo ci lascia ammutoliti, “Senza parole” chi lo vede rimane stupito che dei bambini abbiano realizzato tutto ciò. Nella prima fase i bambini hanno disegnato su carta lo storyboard delle scene e poi realizzato le animazioni con il software Animation Ish. Le scene sono state montate con iMovie e la musica è stata scelta accuratamente tra i brani gratuiti cercando in Jamendo i temi più adatti al soggetto. Mano a mano che il lavoro proseguiva, attraverso ricerche in internet i bambini prendevano coscienza della realtà, trovavano informazioni tecniche, scientifiche, geografiche. Abbiamo concluso il cartone animato con una sequenza di messaggi scritti dai bambini su dei fogli…una sorta di protesta silenziosa, pacifica. “Senza Parole” è un’arma pacifica micidiale e così ognuno di loro ha iniziato a condividere il progetto in famiglia (ogni bambino ha il DVD), approfittano di riunioni con parenti, feste e compleanni per incollare allo schermo amici e parenti che restavano “senza parole” e seppur piccoli molti di loro utilizzano i social network per la condivisione… e così il cerchio si chiude: Ideazione, progettazione, realizzazione e condivisione, un esempio di comunicazione democratica partecipata.

ALLA RICERCA DI ABILIAN

Il progetto culturale/didattico Lions Kairos proposto da alcuni soci Lions del bassanese ai ragazzi delle classi quinte, come obiettivo primario si prefigge di riuscire a migliorare l’integrazione scolastica delle persone diversamente abili. Questa proposta mira a promuovere una nuova cultura di “Integrazione al contrario” che, attraverso una maggiore consapevolezza della ricchezza insita nelle diversità, contribuisca a costituire una società meno sterile ed individualista e più attenta anche ai bisogni dell’altro.
Per saperne di più
Il video che segue è l’elaborazione creativa di come i ragazzi hanno interiorizzato i temi proposti.

Smart Notebook for iPad

Questa applicazione, disponibile anche in lingua italiana, è una versione light del software SMART Notebook che è possibile utilizzare per creare file multimediali di base e per gestire direttamente dal tablet tutte le attività da svolgere con le LIM SMART.
Proviamo a scoprire assieme questa applicazione.
Quando si apre Smart Notebook per iPad ci si trova di fronte ad una versione molto più semplificata rispetto alla classica interfaccia SMART Notebook. Gli strumenti essenziali sono disposti in basso e le pagine sul lato sinistro.
Gli strumenti di base come ad esempio penne, gomma, aggiunta testo sono tutte lì. È possibile inserire immagini dalla vostra fotocamera. Per attivare o disattivare un’immagine o un testo basta tenere premuto sopra il vostro dito.
Per aprire un file in Notebook il modo più semplice è quello di inserirlo nel vostro spazio Dropbox e, successivamente, aprire l’applicazione Dropbox installata nell’iPad.
Ci sono diversi modi per visualizzare le risorse per la vostra classe, ma la più semplice rimane l’utilizzo di un cavo VGA.

20130311-151509.jpg

Libri di testo per la scuola primaria disponibili per iPad

Per la prima volta, un editore scolastico “Giunti Scuola”  mette a disposizione su App Store  in maniera totalmente gratuita libri di testo e sussidiari per la scuola primaria.  Sette applicazioni, una per ciascuna collana (Castelli in aria, Nel giardino, Nel giardino delle storie, Nel giardino dei saperi, Poster, Io tu e Pilù, Gatto bianco Gatto blu) per un totale di oltre 50 volumi, sono disponibili (gratuitamente) per chiunque, studente, genitore o insegnante, disponga di un iPad.
Una soluzione che fa da ponte tra soluzioni tecnologiche e la qualità dei prodotti cartacei della Giunti Scuola.
Una volta scaricata, ciascuna App si apre con una vetrina dalla quale è possibile scaricare il volume o i volumi di interesse fra quelli che compongono il corso, a disposizione nella propria libreria. I volumi possono essere consultati offline, c’è un indice, la possibilità di sfogliare le pagine, con moltissimi strumenti di lavoro a disposizione: miniature delle pagine, ricerca all’interno del testo, segnalibri ecc. Lo studente può risolvere direttamente gli esercizi sulla pagina attraverso lo strumento del disegno a mano libera, può sottolineare, prenderenote vocali e testuali, sia all’interno della pagina che in un blocco appunti che vale per tutto il volume.
Un ambiente di lavoro, attivabile in qualsiasi momento dagli strumenti didattici, che permette di creare i propri quaderni  sia utilizzando i contenuti del volume di partenza che altri contenuti presi da internet o creati direttamente dall’utente. L’applicazione consente di scrivere appunti, inserire immagini, link a internet (pagine, immagini, audio, video…) copiare e incollare testo e impaginare il tutto semplicemente trascinando i vari elementi all’interno della pagina di lavoro (se ne possono creare quante se ne vogliono). I file così realizzati possono quindi essere inviati via e-mail, salvati tra i documenti dell’iPad e recuperati tramite iTunes su un qualsiasi PC o Mac, oppure possono essere condivisi in modalità cloud, salvandoli nella propria cartella Dropbox!
Tutte le applicazioni sono disponibili partendo da questo link.

Apps selezionate

Il vero punto di forza dell’iPad è costituito da un’enorme quantità di applicazioni disponibili che abbiamo selezionato per il loro carattere formativo. A volte è un applicazione che ci suggerisce l’uso nelle varie discipline, a volte la scelta è fatta in base alla programmazione didattica. La maggior parte delle applicazioni che utilizziamo è disponibile gratuitamente. Organizziamo in cartelle le molte applicazioni a disposizione, in modo da trovarle facilmente. Abbiamo fotografato le cartelle delle applicazioni in modo da conservare un elenco, che si trova qui:

20121205-100511.jpg

20121205-100525.jpg

20121205-100536.jpg

20121205-100545.jpg

20121205-100601.jpg

20121205-100615.jpg

20121205-100627.jpg

20121205-100638.jpg

20121205-100648.jpg

20121205-100657.jpg

20121205-100844.jpg

20121205-100900.jpg

20121205-100910.jpg

20121205-100920.jpg

20121205-100947.jpg

20121205-101005.jpg

20121205-101023.jpg

20121205-101036.jpg

20121205-101048.jpg

20121205-101059.jpg

20121205-101132.jpg

20121205-101142.jpg

20121205-101624.jpg

20121205-101631.jpg

20121205-101639.jpg

20121205-101647.jpg

20121205-101657.jpg

20121205-101705.jpg

20121205-101716.jpg

20121205-101730.jpg